Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Passaggio di consegne all’Asp Romanelli-Palmieri: il nuovo commissario è D’Atri. Per Napoletano in arrivo un altro prestigioso incarico?

La cerimonia si è svolta nello storico palazzo Palmieri alla presenza dell’assessora Perricci

 

Passaggio di consegne nella serata di martedì 25 agosto nell’atrio del Palazzo Palmieri a Monopoli dell’incarico di commissario straordinario dell’Azienda Servizi Pubblici Romanelli-Palmieri: la monopolitana Marilù Napoletano, dopo quattro anni, ha passato il testimone a Michele D’Atri alla presenza dell’assessore comunale alla Pubblica Istruzione e Cultura, Rosanna Perricci.

 

Il neo commissario. “Avremo ancora bisogno di lei” ha sottolineato D’Atri dopo i doverosi ringraziamenti rivolti alla Napoletano che è stata capace di risanare la situazione dell’Asp mentre con il Comune continuerà la collaborazione. “Il mio   primo compito – ha aggiunto - sarà quello di puntare alla valorizzazione del patrimonio dell’Ente, a partire dal palazzo Palmieri e al potenziamento dei servizi”. “Inoltre porterò – ha proseguito - tutta la mia esperienza amministrativa di tanti anni trascorsi presso le amministrazioni pubbliche per migliorare le condizioni di vita delle fasce più deboli: anziani, diversamente abili e minori”. “Proprio in questi giorni – ha concluso - leggevo un importante progetto al palazzo di via Esplues (l’ex sede ufficio tecnico) che l’ASP sta portando avanti”. Alla domanda se si aspettava l’incarico, D’Atri ha risposto: “no non me l’aspettavo e credo che la mia scelta sia stata decisa, suppongo, per la lunghissima esperienza amministrativa che in questi anni ho acquisito e che risale al 1996”.

 

L’ex commissaria. Marilù Napoletano, dopo aver portato il saluto del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, che non è potuto intervenire per impegni istituzionali, ha ripercorso le sfide che ha dovuto affrontare per gestire “questo Ente complicato”. “Non avevamo neanche i soldi per pagare gli stipendi- ha detto - e avevamo degli immobili che ci stavano cadendo addosso, dovevamo rispondere ai creditori che bussavano alla porta e altre situazioni complesse oltre alla bellezza infinita di un patrimonio come questo palazzo che è stato aperto dopo trenta anni e che non mi ha fatto dormire la notte e tremare i polsi: tutto ciò è servito ad accendere i riflettori su questo immobile che hanno permesso l’ottenimento dei finanziamenti”. Si tratta di 35 mila euro “che lasciamo nelle mani di Michele D’Atri per la ristrutturazione del portale di palazzo Palmieri”. Non è mancato l’accenno all’apertura della Casa Santa “grazie ad alcuni volontari e senza spendere un centesimo”, alla messa a norma della Casa di Riposo Romanelli e al progetto relativo al palazzo dell’ex ufficio tecnico dove verranno allocati una casa alloggio per gestanti con figli, una casa per minori non accompagnati e anche per minori con problemi all’interno delle proprie famiglie, quelle che vengono definite comunità”.

 

L’assessora. Nel suo intervento l’assessora Perricci ha ribadito l’impegno suo e dell’amministrazione comunale nel continuare a collaborare con l’Asp così come è stato fatto con la Napoletano.

 

L’indiscrezione. Da fonti ben informate si è appreso che la monopolitana Marilù Napoletano possa avere l’incarico di dirigere le ASP pugliesi. Ecco la sua risposta: “È una sorta di coordinamento di tutte le ventuno ASP della Puglia, ma io ancora non sono a conoscenza. Tutti, sanno come abbiamo lavorato in questi anni a Monopoli e se sarò chiamata valuterò il da farsi”.(Giovanni Donghia)