Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ztl Ina Casa utile solo per fare cassa a spese dei cittadini: le perplessità dei consiglieri comunali di Spazio Civico

Un'altra critica alla maniera di amministrare la città da parte del governo locale di centrodestra

 

Per i tre consiglieri comunali di ‘Spazio Civico’, Silvia Contento, Carlo Maria Maione e Francesco Tamborrino l’istituzione della ‘Zona a traffico limitato’ nell’ex Ina Casa è servita solo all’amministrazione comunale per far cassa a spese dei cittadini. Infatti, sono numerose le multe elevate dai vigili urbani che, a detta dei tre consiglieri, si nascondevano nelle zone poco illuminate per sanzionare gli automobilisti che “sbadatamente o volontariamente” parcheggiavano le loro vetture nella Ztl. Insomma, le perplessità espresse dai tre consiglieri sin dall’inizio dell’approvazione della delibera di giunta sono rimaste intatte. “La creazione di queste aree a traffico limitato ha, generalmente, come fine la tutela del patrimonio storico-artistico delle nostre città, proteggendo molti centri storici dall’inquinamento ambientale ed acustico, ma – sottolineano in una nota - nel nostro caso, ha rappresentato principalmente una considerevole fonte di guadagno per le casse comunali”. In definitiva per ‘Spazio Civico’ “non è questo il modo di amministrare una città e di affrontare a Monopoli il problema del traffico e della viabilità”. Ma ci vuole ben altro.