Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La risposta del Comune alla denuncia di Papio: al bando ‘Casa-Lavoro-Casa in bike’ hanno partecipato 23 lavoratori

Il sindaco Annese: allo studio altre iniziative per una mobilità ad impatto zero per l’ambiente

 

Il consigliere comunale di Manisporche Angelo Papio aveva denunciato qualche giorno fa la sparizione di un bando comunale per ottenere incentivi da utilizzare nell’acquisto di biciclette e monopattini elettrici. Di quel bando, aveva detto, non si è saputo più nulla. A distanza di un paio di giorni giunge la risposta del Comune di Monopoli attraverso un comunicato stampa nel quale si sottolinea che a quel bando ‘Casa-Lavoro-Casa in bike’ hanno partecipato 23 lavoratori che hanno acquistato biciclette e monopattini grazie agli incentivi (complessivamente 5 mila euro messi a disposizione dalla Gestopark, la società che gestisce il parcheggio a pagamento delle vetture in città) lasciando a casa auto e moto con l'obiettivo dichiarato di ridurre l'inquinamento. A questa iniziativa se ne è aggiunta un’altra relativa al rilascio di 19 ‘Pass Green’, un'autorizzazione che consente alle auto elettriche di circolare liberamente in tutte le ZTL e di sostare nelle aree blu senza pagare il ticket. E poi c’è da registrare il ripristino del servizio di bike-sharing del Comune, gestito dalla stessa Gestopark, grazie alla possibilità di utilizzare una semplice app per sganciare la bicicletta. “I risultati ottenuti – afferma il sindaco Angelo Annese - sono uno stimolo ulteriore a proseguire verso una rivoluzione nelle abitudini dei monopolitani, che hanno dimostrato una maggiore attenzione all'ambiente e alla loro salute. Inoltre, sono allo studio altre iniziative per favorire questa transizione verso una mobilità ad impatto zero per l'ambiente”. Intanto, in questi giorni si è tenuto il primo corso on-line, destinato a 23 partecipanti, sulle norme di comportamento alla guida del monopattino elettrico.