Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il Comitato minaccia nuovamente la denuncia alla Procura della Repubblica per i problemi nel centro storico

Il presidente Giangrande deluso e sconfortato dopo che il sindaco Annese gli ha negato un incontro   

 

Non ci sarà, almeno a breve, l’occupazione del municipio a causa dell’epidemia da Coronavirus ma quasi certamente non mancheranno denunce alla Procura della Repubblica e interventi presso il Prefetto di Bari, il Nucleo Operativo Ecologico dei carabinieri, l’Asl Bari e la Soprintedenza per la situazione del centro storico di Monopoli. Lo annuncia in una conferenza stampa il presidente del Comitato dei residenti del borgo antico e di via Procaccia (i luoghi più frequentati della movida monopolitana) Angelo Giangrande dopo che il sindaco Angelo Annese gli ha negato un incontro che era stato chiesto nello scorso mese di settembre. Il Comitato lamenta una serie di criticità che si registrano nel centro storico: il mancato rispetto delle ordinanze sindacali e l’assenza di controlli delle forze dell’ordine (soprattutto i vigili urbani), la mancata approvazione del Piano di zonizzazione acustica e tanti altri problemi (la difficoltà delle ambulanze nel percorrere le viuzze invase dai tavolini dei bar e ristoranti, canne fumarie non a norma, ecc.). “I residenti – afferma Giangrande, deluso, sconfortato e commosso - non ce la fanno più ed io in questi cinque anni ho sempre privilegiato il dialogo, il rispetto delle istituzioni, ma dall’altra parte non abbiamo avuto riscontro”. (G.D.)