Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel trentennale di Italia ’90 l’imprenditore monopolitano Colucci premia Totò Schillaci, capocannoniere e Scarpa d’oro di quel Mondiale

Rivissute le prodezze dell’ex attaccante azzurro attraverso i filmati. Ospite la cantante rumena Haiducii

 

Totò Schillaci resta il calciatore simbolo del mondiale disputatosi in Italia nel 1990 nonostante il terzo posto conquistato dagli azzurri. Notti magiche illuminate dalle sei reti dell’attaccante siciliano che gli valsero il Pallone d'oro Adidas come miglior calciatore della manifestazione e la Scarpa d'oro Adidas in qualità di capocannoniere. Da quelle gesta sono passati 30 anni ma il ricordo è indelebile ed è stato rivissuto proprio nella mattinata di oggi a Monopoli attraverso il video di quelle sei reti che Schillaci ha rivisto ben volentieri non senza un pizzico di emozione. La sua presenza a Cala Corvino è stata occasione per la consegna di un trofeo da parte dell’imprenditore monopolitano della Plastic Puglia, Vitantonio Colucci. All’evento, organizzato da Giovanni Calì, Direttore Sportivo della Nazionale del Cuore Attori e Cantanti, è intervenuta come ospite speciale la cantante internazionale Paola Mitrache ‘Haiducii’, insieme al cantautore Mario Fucili dei 78 BIT e all’attore Matteo Pedone.  “Ho deciso – ha detto Colucci – di premiare Totò Schillaci, che ha dimostrato, in quell’estate del 1990, come il sacrificio e il lavoro siano gli unici elementi che possono consentire di arrivare in alto e conseguire la vittoria, diventando un esempio positivo soprattutto per i giovani”. Nel corso dell’evento sono stati mostrati i videomessaggi inviati a Schillaci, per l’occasione, da numerosi artisti e presentati il video del brano musicale ‘Gli anni degli anni’, scritto da Mario Fucili e ‘rappato’ dallo stesso Schillaci e il trailer della sit-com ‘Il commissario Spiedone’, ancora una volta interpretata da Matteo Pedone.