Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il consigliere comunale Papio perplesso sull’idea di utilizzare l’ex deposito di minibus di via Procaccia per realizzare la ‘Casa del pescato’

Della vicenda si è parlato nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale

 

Il consigliere comunale di ‘Manisporche’ Angelo Papio è perplesso sull’idea di utilizzare l’ex deposito di minibus di via Procaccia, nei pressi di Portavecchia, per realizzare la ‘Casa del pescato’ nell’ambito del bando di finanziamento Gal. Il consigliere lo afferma in una nota dopo che della vicenda si è parlato nel corso dell’ultima seduta consiliare. “La scelta di incastrare nell’ex deposito il nuovo progetto GAL - sottolinea Papio - rischia di segnare ancora più negativamente il futuro dell’area simbolo della città, sulla quale il centrodestra ha commesso una molteplicità di errori: il mai affrontato problema degli sversamenti di liquami e delle acque meteoriche stradali sulla spiaggia di Portavecchia, la mancata riqualificazione dello slargo soprastante, la ex scuola ancora inutilizzata e con problemi, i campi sportivi inopportuni nel contesto, l’orribile colata di asfalto nero del parcheggio a pagamento realizzato sugli scogli”. Per il consigliere comunale l’ex deposito “meriterebbe solo di essere demolito, restituendo a via Europa Libera la sua vista originaria: il mare”.