Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lopriore: il vaccino anti-Covid 19 è una luce, una speranza e, soprattutto, è una delle poche risorse per combattere un virus altamente infettivo

L’ex direttore di Cardiologia del ‘San Giacomo’ invita tutti a vaccinarsi, a cominciare dai medici 

 

Riceviamo e pubblichiamo una lettera di Vincenzo Lopriore, fino allo scorso anno direttore del reparto di Cardiologia dell’ospedale ‘San Giacomo’ di Monopoli, nella quale si invita tutti a vaccinarsi contro il Covid-19, il virus altamente infettivo che sta mietendo vittime in tutto il mondo.   

 

 

 

“Io spero di potermi vaccinare al più presto. Un medico deve dare l’esempio.  Anzi deve tutelare se stesso ma soprattutto deve tutelare gli altri, ovvero tutti i pazienti che visita e con cui viene a contatto. Perché mai potrei perdonarmi di essere io la causa di una malattia infettiva per i miei pazienti. La campagna vaccinale è stata appena avviata e speriamo che si concluda con altrettanta celerità, così come è stato concepito questo vaccino. Speriamo inoltre che venga presto raggiunta l’immunità di gregge e che, soprattutto, vengano tutelate tutte le categorie a rischio. Il vaccino anti-Covid19 è una luce, una speranza e soprattutto è una delle poche risorse contro questo virus altamente infettivo. E’ quindi quasi un dovere sociale vaccinarsi. Rifiutarsi vorrebbe dire non pensare ai malati, agli anziani, agli allettati: in poche parole a tutti quei soggetti affetti da varie patologie  e che pertanto sono più vulnerabili. Ho sentito tante teorie complottistiche sulla campagna di vaccinazioni.

 

Per cui vorrei fare un po’ di chiarezza. Tutti i vaccini inducono il nostro organismo ad attivare un meccanismo di protezione (producendo anticorpi) per impedire l’insorgere della malattia. Il vaccino Pfeizer/BionTech contiene goccioline di grasso liposomiale che trasportano RNA-messaggero che una volta rilasciato, induce la sintesi di antigeni del virus. Ciò innesca nel nostro organismo la produzione di anticorpi che, in definitiva, sono la nostra difesa. Produciamo quindi missili (anticorpi) specifici contro il virus. Il vaccino viene somministrato in due volte per via intramuscolare (solitamente al muscolo deltoide del braccio).  Pertanto la vaccinazione ci prepara a rispondere prontamente in caso di ulteriori contatti col virus Covid-19. Il vaccino è stato testato in studi di grandi dimensioni, sufficienti per dimostrare efficacia e sicurezza. Ha dimostrato di essere efficace nel 90% dei casi. L’efficacia si evidenzia dopo la seconda vaccinazione e la durata della protezione non si sa ancora quanto tempo duri. Si suppone per almeno 10/12 mesi. Come tutti i farmaci, il vaccino, ha effetti collaterali, in genere di grado lieve. Per cui è necessario il consenso informato per l’inoculazione del vaccino stesso.  Ed è anche per questo motivo che non credo sia possibile renderlo obbligatorio.

 

Anticorpi monoclonali. Oltre alla vaccinazione, ci sono gli anticorpi monoclonali che però possono essere somministrati in caso di malattia conclamata. Sono anticorpi di sintesi (molto costosi) che vengono prodotti specificatamente contro le proteine Spike del Virus.  Sono quelli che sono stati somministrati al presidente americano Trump quando ha scoperto di aver contratto la malattia ed è stato ricoverato in un ospedale militare. Per cui sono stati utilizzati a malattia conclamata.

 

Reazioni. Pazienti con particolari allergie possono avere reazioni avverse anche importanti al vaccino. Purtroppo i virus a RNS messaggero (come il Covid-19) possono subire diverse mutazioni,  che però non alterano significativamente la struttura del virus.  Pertanto il vaccino dovrebbe essere ugualmente efficace anche contro le varianti riscontrate fin ora (come quella inglese). Se si è contratta già l’infezione del virus (Covid-19) non è necessario fare subito la vaccinazione. Ma nel caso venga comunque fatta, si potenzia la difesa immunitaria.  Sui bambini al di sotto di 14 anni non ci sono documentazioni scientifiche valide e durature. Per cui al momento è sconsigliato.