Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il report dei vaccini nel barese al 2 marzo: 11 mila ultraottantenni al sicuro mentre si organizzano grandi centri hub per aumentarne il numero

Videoconferenza con i sindaci dei 41 comuni della Città Metropolitana, l’assessore regionale Lopalco e vertici Asl

 

Del piano vaccinale nel barese si è parlato oggi 3 marzo in videoconferenza con i sindaci dei 41 comuni della ex provincia di Bari (ora Città Metropolitana di Bari), il direttore generale della ASL di Bari, Antonio Sanguedolce, l’assessore regionale alla Salute Pierluigi Lopalco, il sindaco di Bari, Antonio Decaro e il direttore del Dipartimento di prevenzione Domenico Lagravinese. Innanzitutto i dati: fino al 2 marzo 11.098 somministrazioni sono state eseguite agli over 80, 4.454 agli operatori scolastici e 1267 alle forze dell’ordine. E’ stato detto di organizzare grandi centri hub per le vaccinazioni anti Covid 19 su larga scala posizionati in punti strategici del territorio per ottimizzare la distribuzione dei vaccini, nel rispetto del crono programma e delle categorie stabilite da Ministero e Regione. Un contributo importante sarà dato dalla Medicina generale, specie per fissare la partenza delle vaccinazioni domiciliari, a cui l’assessore Lopalco ha fatto riferimento durante la conferenza. La ASL si sta preparando alla estensione del piano di somministrazione anche reclutando su base volontaria altro personale sanitario.