Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Asl Bari avvia il Piano di recupero delle prenotazioni domiciliari degli ultra 80enni per la vaccinazione anti Covid-19

Nel barese ammontano a 31.491 le dosi di vaccino somministrate agli anziani

 

In tutta la provincia di Bari (ora Città Metropolitana) da oggi 17 marzo è stato avviato il Piano di recupero delle prenotazioni domiciliari degli ultra 80enni per la vaccinazione anti Covid. Lo comunica in una nota l’Asl di Bari che, dopo numerose richieste pervenute al CUP per convertire le vaccinazioni dal domicilio all’ambulatorio, ha deciso di richiamare attivamente gli utenti che hanno la possibilità di deambulare e fissare nuovi appuntamenti nei centri vaccinali, compatibilmente con la fornitura di dosi a disposizione. Sono finora 11.122 le prenotazioni di vaccini a domicilio, di cui 2553 riferite a pazienti in assistenza domiciliare integrata, assistenza domiciliare oncologica e assistenza domiciliare programmata e 8.569 da parte di anziani che sono stati presi in carico direttamente dalla ASL. A partire da oggi gli operatori del Cup hanno cominciato a richiamare gli utenti per verificare le condizioni di ogni singola persona invitando quanti hanno la possibilità di spostarsi e/o deambulare a sottoporsi a vaccinazione in ambulatorio. Da domani 18 marzo, informa la nota Asl, sono state infatti fissate le prime sedute vaccinali nell’hub del Palalaforgia nel quartiere San Paolo a Bari e la calendarizzazione dei successivi appuntamenti, proseguirà nei prossimi giorni. Gli utenti potranno accedere ai centri vaccinali in prossimità dei luoghi di residenza, seguendo l’ordine cronologico delle richieste. Finora sono state eseguite nell’intera provincia di Bari 31.491 somministrazioni per gli ultra ottantenni. Nel rispetto invece dell’accordo con la Medicina generale siglato in regione lo scorso 5 marzo, i soggetti che hanno prenotato la vaccinazione a domicilio inseriti nelle liste ADI (assistenza domiciliare integrata), ADO (assistenza domiciliare oncologica) ADP (assistenza domiciliare programmata) e allettati saranno contattati e vaccinati dal proprio medico di famiglia.