Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cazzorla (M5S): tra una settimana sapremo il destino del Centro Comunale Raccolta rifiuti nelle contrade

La consigliera comunale pentastellata accusa l’amministrazione comunale di essere superficiale e presuntuosa

 

Resta incerta la realizzazione del Centro Comunale di Raccolta rifiuti nell’agro di Monopoli prevista inizialmente dall’amministrazione comunale in contrada Lamascrasciola (nella foto di repertorio) e, a causa della protesta dei residenti della zona, poi spostata in contrada Laghezza, anche in questo caso mal gradita dai residenti. Lo si evince da un comunicato inviato alla stampa dalla consigliera comunale del Movimento 5 stelle, Sonia Giulia Cazzorla che fa la cronistoria della vicenda riportando, tra l’altro, una risposta della Regione Puglia in merito al sopracitato spostamento del sito. Cazzorla si chiede: “….Cosa ci vuole comunicare la Regione in questo passaggio? Vuole forse chiarire che il sito finanziato non può essere spostato in un’area diversa da quella precedentemente individuata? Vuole forse ricordare al Comune che il progetto destinatario del finanziamento non può essere stravolto a piacimento a termini abbondantemente scaduti?”. Nella nota regionale c’è anche il termine perentorio di 20 giorni a partire dal 10 settembre 2021 per ricevere “le determinazioni da parte dell’amministrazione locale, pena la perdita del finanziamento”. “Ad oggi – sottolinea la consigliera comunale pentastellata - sono già passati 13 giorni, e questa amministrazione non fa sapere ai residenti cosa si sta accingendo a fare: resta valido il progetto finanziato a Lamascrasciola, sta provvedendo a presentare la documentazione per la delocalizzazione in contrada Laghezza oppure anche questa volta, come è già accaduto in altre occasioni, perderà il finanziamento? Noi optiamo per questa terza ipotesi, perché il progetto ad oggi non è delocalizzabile, men che meno nel terreno individuato in contrada Laghezza, anche per problemi di libera disponibilità dell’area in cui dovrebbe essere realizzato l’intervento oggetto della proposta progettuale che, voglio ricordare, deve essere provata mediante idonea documentazione da allegare all’istanza, unitamente alla documentazione progettuale”. “Una cosa è certa – conclude Cazzorla - il CCR è un servizio utile e necessario alla città, e questa opportunità andava colta al volo e sfruttata. Sicuramente, se opportunamente informati e coinvolti, i cittadini monopolitani sarebbero stati felici di poterne usufruire, invece questa amministrazione superficiale, presuntuosa e spesso inadeguata, non riesce a portare a compimento progetti utili e perde in continuazione risorse, scontentando tutti. Tra 7 giorni sapremo il destino di questo centro di raccolta dei rifiuti, ma attenzione a procedere secondo le norme imposte dal bando, il Movimento 5 Stelle vigilerà al fianco dei cittadini monopolitani”.