Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nella zona industriale di Monopoli in arrivo sei nuovi strumenti per rilevare i cattivi odori e c’è un progetto di monitoraggio delle falde

Due delibere approvate dalla giunta comunale. Si cerca un geologo esterno agli Uffici del Comune 

 

Due importanti delibere in tema ambientale approvate nella mattinata di oggi 8 ottobre dalla giunta comunale tanto che il sindaco Angelo Annese ha convocato i giornalisti per rendere noti i contenuti dei provvedimenti (nella foto).

 

Monitoraggio cattivi odori. Con la prima delibera si intende implementare la rete per il monitoraggio integrato, il campionamento e l’analisi delle emissioni odorigene nel territorio comunale di Monopoli e per questo motivo la giunta ha approvato lo schema di convenzione tra Comune di Monopoli, Arpa Puglia e Regione Puglia. Tale rete di monitoraggio in continuo, di proprietà della Regione Puglia - è stato spiegato -integrerà sul territorio comunale quella dei gestori degli stabilimenti industriali coinvolti nel progetto. Entro un mese dalla stipula della Convenzione la Regione Puglia corrisponderà ad Arpa Puglia € 73.200,00 per l’acquisto di 3 campionatori olfattometrici e 3 centraline meteo da installare ai recettori sensibili e a favorire le verifiche sulle modalità e tempi di esecuzione delle attività previste; il Comune di Monopoli, invece, corrisponderà ad Arpa Puglia € 44.652,00 a titolo di rimborso delle spese sostenute per le attività di supporto tecnico-scientifico, per le analisi e per le elaborazioni dati effettuate dall’Agenzia. L’Arpa Puglia dovrà elaborare le segnalazioni di molestia olfattiva raccolte dall’applicazione SegnalApp-Odori del Comune di Monopoli, provvedere alla gestione ed alla manutenzione dei campionatori olfattometrici e delle centraline meteo, alla gestione e all’analisi giornaliera dei dati registrati in continuo dagli strumenti, alla redazione di report trimestrali e all’analisi dei campioni olfattometrici prelevati a valle dell’attivazione del campionatore sia ai recettori sia al confine degli impianti monitorati. Inoltre, dovrà condurre una campagna di monitoraggio olfattometrico della durata minima di 6 mesi nell’area industriale di Monopoli (già avviata a metà giugno 2021 con un campionatore dell’Agenzia). La Convenzione avrà durata di 2 anni e consentirà di coinvolgere, in un’area vasta, i progetti privati e di effettuare un campionamento delle molestie olfattive in area ambiente.

 

Monitoraggio falde. Con la seconda delibera la giunta ha approvato l’atto di indirizzo per la progettazione di un monitoraggio delle falde nella zona industriale. L’esecutivo presieduto da Annese ha dato mandato al dirigente comunale all’Ambiente, Antonello Antonicelli di procedere, anche avvalendosi di un geologo esterno agli Uffici del Comune, ad elaborare la proposta di dettaglio del monitoraggio della falda, con l’esatta ubicazione dei pozzi di monitoraggio, che tenga conto delle caratteristiche geologiche ed idrogeologiche dell’area di interesse e delle realtà produttive presenti. A precisa domanda se il geologo sarà monopolitano o di altre città, Antonicelli ha risposto che attingerà dall’albo dei geologi.