Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contributo comunale ai pescatori: per il Movimento 5 stelle è un provvedimento da campagna elettorale

La consigliera comunale grillina, Cazzorla elenca altre anomalie nella delibera di giunta 

 

La decisione dell’amministrazione comunale di Monopoli di assegnare un contributo ai pescatori monopolitani alle prese con il caro gasolio ha sollevato le critiche della consigliera comunale del Movimento 5 stelle, Sonia Cazzorla che, in una nota inviata alla stampa, parla apertamente di un provvedimento da campagna elettorale anticipata. Cazzorla sottolinea che “il capitolo delle ‘spese socio assistenziali-assistenza economica indigenti’ è stato completamente svuotato e, in caso di situazioni di emergenza economica per altre famiglie bisognose, non ci sono più fondi disponibili”. “Già questo è profondamente ingiusto – prosegue - ma ci sono altre anomalie che saltano all’occhio: la prima è che tra i requisiti necessari alla fruizione del contributo, l’amministrazione non ha inserito l’Isee, come invece avrebbe dovuto, in quanto questo tipo di contributi deve sempre arrivare alle famiglie con redditi bassi, non essendo sufficiente dimostrare l’appartenenza alla categoria che si vuol beneficiare. La seconda anomalia è che mentre l’accesso ai buoni alimentari stanziati dal Governo durante l’emergenza Covid, si effettuava esclusivamente con Spid (che ha lasciato fuori diverse famiglie che ne erano sprovviste) in questo caso la domanda si può facilmente scaricare, fotocopiare, compilare e consegnare anche a mano agli uffici. Nel consiglio comunale del 23.06.2021 quando feci presente che la domanda tramite Spid aveva lasciato fuori numerose famiglie bisognose dai buoni spesa, l’assessora Gentile mi rispose che l’uso dello Spid, per inoltrare domande alla Pubblica Amministrazione, era diventato obbligatorio dal 28.02.2021. Di qui la domanda: le regole sono uguali per tutti o in questa Città esistono figli e figliastri?”