L’esperto: la centralina per rilevare l’inquinamento nell’ex cementeria è inutile

La denuncia in esclusiva a Monopoli Libera

 

“La centralina collocata dall’Arpa Puglia all’interno della ex cementeria per rilevare eventuali tracce di inquinamento non serve a niente”: chi parla è un esperto che, al momento, vuole mantenere l’anonimato ma che ha trascorso anni di duro lavoro nell’ambito di demolizioni e relativo risanamento ambientale. Pertanto, la sua affermazione non è assolutamente da trascurare. E ne spiega i motivi in esclusiva a Monopoli Libera. “Innanzitutto il rilevamento va fatto durante l’attività di abbattimento e da mesi in quell’area non sta succedendo più nulla – puntualizza l’esperto – e poi, se anche fosse in atto la demolizione, la collocazione della centralina è sbagliata perché rileverebbe solo l’eventuale inquinamento esistente a bassa quota, per intenderci a pochi metri dal livello della terra, non quello più pericoloso che viaggia a quote più elevate”. Di qui la conclusione che la funzione della centralina è del tutto “inutile”. E l’esperto, infine, azzarda pure il periodo in cui riprenderanno i lavori di completamento della demolizione: “vedrete, faranno passare l’estate”.(L.S.)