Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un prepotente Romani interrompe l’intervento del dirigente D'Onghia in commissione

Il sindaco lo chiama al telefono e pretende di potergli parlare immediatamente

 

E’ in corso la riunione della commissione urbanistica (di cui riferiamo a parte) e tutti sono intenti a seguire l’audizione del dirigente comunale Amedeo D’Onghia sull’area dell’ex cementeria, un tema sempre più scottante. Ad un certo punto squilla il cellulare del dirigente. Risponde l’assessore Stefano Lacatena che gli è accanto. In linea è il sindaco Romani e l’assessore gli dice che D’Onghia sta intervenendo in commissione. Pertanto, buonsenso avrebbe suggerito di richiamare più tardi. Non è così. Il sindaco pretende ed ottiene di parlargli immediatamente infischiandosene di tutti coloro che sono attorno al tavolo dell’Ufficio Tecnico di via Isplues e D’Onghia (come si vede nella foto) è  costretto ad interrompere il suo intervento scusandosi con i presenti. La conversazione dura 5 minuti e 10 secondi e da quello che afferma D’Onghia non sembra che si tratti di un problema urgente. Sta di fatto che non appena la conversazione finisce il dirigente annuncia che il suo intervento sull’area P/1 è da ritenersi concluso al momento dell’arrivo della telefonata. Evidentemente D’Onghia perde il filo del discorso e non va più avanti. Fin qui la cronaca di un atto di prepotenza e di scortesia.(L.S.)