Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La banda del Giubileo denuncia: a Monopoli ci boicottano

Nel mirino alcune comunità parrocchiali e associazioni

 

La banda del Giubileo città di Monopoli, in non pochi casi, non viene tenuta nella giusta considerazione da comunità parrocchiali e associazioni monopolitane (oltre a cittadini) che preferiscono far venire alle loro iniziative complessi bandistici di altri paesi. E’ quanto denuncia in una nota il direttivo della banda monopolitana, nata 14 anni fa e che ha raggiunto una buona fama, tanto che è entrata a far parte dell’Associazione Bande Pugliesi, nota e stimata anche a livello regionale. “Nei paesi limitrofi a Monopoli – scrive il direttivo - nessuno si sognerebbe mai di invitare una banda non cittadina al posto di quella locale”. Invece “per futili ed inconsistenti ragioni di tipo economico o motivati da altre sciocche ed inconfessabili ragioni” la banda monopolitana viene tagliata fuori dalle feste cittadine (una di queste, ad esempio, è la festa di San Giuseppe, il cui comitato invita sempre la banda di Castellana Grotte) . “Perché – si chiede il direttivo - siamo così lenti, inerti e passivi nel riconoscere i nostri figli migliori, le nostre ricchezze più belle e durevoli oppressi da quotidiane e assai meno nobili banalità, perché continuando a farci del male piangiamo lacrime di coccodrillo quando per esempio i migliori di noi, i profeti, scappano via dalla patria ingrata?”