Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Parcheggi a pagamento: la replica, con stoccata, dell’assessore Campanelli all’ex sindaco Laganà

Le aree blu, secondo il vice sindaco, serviranno a snellire il traffico e non si tratta di un’altra tassa  

A scoppio un po’ ritardato giunge la replica dell’assessore Giuseppe Campanelli all’ex sindaco Walter Laganà che aveva criticato la prossima istituzione di altri parcheggi a pagamento a Monopoli accusando l’amministrazione comunale di attuare una “politica irrazionale”. In una nota l’assessore Campanelli (che è anche vicesindaco) difende le sue scelte e quelle della giunta affermando che “basta girare un po’ l’Italia per capire che tutte le città del nostro stivale sono dotate da tempo di aree blu e non si capisce perché solo Monopoli dovrebbe comportarsi diversamente, rinunciando ad uno strumento indispensabile per garantire l’alternanza delle auto parcheggiate e non lo stazionamento illimitato”. Secondo Campanelli, “l’onere economico maggiore peserà su chi arriva da fuori per raggiungere il centro e non sui residenti, i quali oggi penano alla ricerca di un parcheggio ma che con l’avvio delle aree blu potranno parcheggiare liberamente sulle aree a pagamento spendendo solo 26 centesimi al giorno”. La nota dell’assessore si conclude con una stoccata a Laganà. “Non stiamo parlando di un’ulteriore tassazione come qualcuno sostiene, - chiarisce - ma di una necessaria soluzione allo snellimento del traffico nelle vie centralissime e ad un conseguente beneficio per tutte le attività economiche. Tali somme, infatti, non vanno a risanare il bilancio comunale che, invece, gode di ottima salute ed è ben solido (a differenza di quello di qualche amministratore che ci ha preceduto). Tali nuove entrate serviranno a finanziare e a garantire un migliore sistema di viabilità che, come già si vede in città con il rifacimento della segnaletica orizzontale (strisce pedonali comprese), potrà influire positivamente sulla sicurezza di tutti”.