Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

Parcheggi a pagamento a Monopoli e Chivasso: Suma scopre una duplice coincidenza

Nelle due città, però, differiscono (e non di poco) le tariffe orarie per la sosta delle auto

 

Per i consiglieri comunali Paolo Comes, Feliciano Indiveri e Michele Suma del Partito Democratico, Piero Barletta ed Angela Pennetti del Gruppo Misto non ci sono dubbi: la ormai imminente istituzionalizzazione dei parcheggi a pagamento nel borgo murattiano di Monopoli rappresenta una nuova tassa a carico dei cittadini e dei turisti e non arrecherà alcun vantaggio ai negozianti. I cinque consiglieri di opposizione all’amministrazione Romani lo hanno sottolineato in conferenza stampa non escludendo il ricorso ad azioni giudiziarie e manifestazioni di piazza. I consiglieri lamentano di non essere stati interpellati sull’adozione del provvedimento. Infatti, la delibera esaminata ed approvata dalla sola maggioranza nel consiglio comunale del 29 maggio del 2014, hanno ribadito,  riguardava solo l’esternalizzazione del servizio e non l’attivazione dello stesso. Neppure i residenti del borgo murattiano ed i negozianti, hanno aggiunto i consiglieri, sono stati interpellati. Insomma, tutto è stato fatto “senza uno studio di fattibilità e un piano traffico” e sotto accusa vengono messi sia il sindaco Romani che l'assessore Campanelli. Mancanze che, secondo i cinque consiglieri, potrebbero dare spunto ad azioni giudiziarie (in tal senso sono state elencate alcune sentenze). E poi, ha riferito in maniera un po’ sibillina il consigliere Suma, “c’è anche la tipologia del bando informale, e non un avviso pubblico,  che ha assegnato il servizio alla Gestopark che è la stessa che gestisce le strisce blu a Chivasso ma con prezzi più moderati”. Per dovere di cronaca a Chivasso svolge le mansioni di comandante dei vigili urbani Michele Cassano, che è anche a capo della polizia municipale di Monopoli. Tutti i rilievi mossi, hanno concluso Comes, Indiveri, Suma, Barletta e Pennetti, saranno oggetto di ulteriori indagini.