Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

Parcheggi a pagamento: per Risimini il consiglio comunale è stato preso per i fondelli

L’Associazione Monopoli a 5 stelle contraria alle strisce blu: è un provvedimento per far cassa 

La questione dei nuovi parcheggi a pagamento nel centro murattiano di Monopoli tiene banco non solo sui social ma anche nella realtà cittadina con un continuo susseguirsi di incontri piuttosto affollati. Sui social è l’ex candidato sindaco del centrosinistra Giampiero Risimini a tenere il pallino della vicenda. L’avvocato monopolitano ha postato la cronistoria della questione ‘aree blu’: partendo dalla relazione dell’allora comandante della polizia municipale Palumbo (2 gennaio 2014) in cui si prevedevano solo 250 stalli a pagamento, poi passati a 300 con la delibera di giunta dell’11.12.2014, fino ad un’altra delibera di giunta (quella del 17.12.2015) che ne ha previsti 954 (quelli che stanno per essere attivati dal prossimo aprile). Il consiglio comunale, invece, viene chiamato a deliberare (in data 29.5.2014) solo l'affidamento in concessione del servizio demandando al dirigente gli atti conseguenti. “Nell'occasione – scrive Risimini - il sindaco ribadisce più volte che si tratta di un intervento minimo con una previsione massima di 300 posti a pagamento”. L’avvocato, a questo punto, tira le conclusioni: il consiglio comunale, beffato dalle rassicurazioni del sindaco, è stato preso per i fondelli (in realtà nel post Risimini usa un termine più colorito dei ‘fondelli’) mentre i cittadini monopolitani “pagheranno presumibilmente in questi 5 anni una somma di 3 milioni e 700 mila euro, di cui 1 milione e 200 mila euro nelle casse comunali”. “Non c'è che dire – conclude - una bella manovra finanziaria, ci guadagnerà bene la società concessionaria e anche il comune”. Non mancano i commenti al post e tra questi c’è anche chi ha intenzione di citare in giudizio il comune. Infine, sulla questione ‘aree blu’ si registra una nota dell’Associazione Monopoli a 5 stelle che dichiara di essere contraria alle strisce blu. “Non si può pensare di far cassa sulle spalle della gente, a pochi mesi dalla propria dipartita politica”: scrivono i pentastellati monopolitani.