Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

Il Pd si oppone fermamente al progetto della Solemare nell’area dell’ex cementeria

Lo studio dell’architetto spagnolo Capdevila non è conforme al Piano Urbanistico Generale 

Il Partito Democratico di Monopoli si oppone fermamente al progetto della Solemare che riguarda l’area portuale (meglio nota col nome di P1) e farà il possibile per rimettere tutto in discussione perché quel progetto, redatto dall’architetto spagnolo Capdevila, non è conforme al Piano Urbanistico Generale: lo hanno sottolineato in conferenza stampa il neo segretario cittadino Feliciano Indiveri, il capogruppo consiliare Michele Suma insieme a Giampiero Risimini e Franco Avezzano Comes. Il Pd monopolitano, è stato detto, non intende mettere in discussione la bontà del progetto che prevede strade, verde e alcuni spazi pubblici che faranno da contorno agli edifici privati, cresciuti a dismisura da 13 mila mq a 55 mila q “solo aggiungendo due parole in un articolo delle norme tecniche d’attuazione”. Il Pd, invece, lamenta, oltre all’inerzia dell’amministrazione comunale “che ha fatto decidere il privato”, il naufragio del Pug in quell’area, dove erano previste strutture e attrezzature direttamente connesse con l’efficienza del sistema portuale monopolitano. Insomma, si sperava un futuro legato al porto commerciale, al porto turistico e alla cantieristica. La speranza, affermano i democratici, non è tramontata ma è necessario agire in fretta nel tentativo, appunto, di rimettere tutto in discussione. Il consigliere comunale di Manisporche, Angelo Papio, presente tra gli ascoltatori, ha sollecitato un deciso intervento del Pd regionale quando il progetto della Solemare approderà in Conferenza di servizio alla Regione Puglia. Prima però è previsto un passaggio nel consiglio comunale di Monopoli: lo ha annunciato lo stesso Risimini dopo un colloquio avuto con l’assessore all’urbanistica Stefano Lacatena. Lacatena, presente alla conferenza stampa tra il pubblico, ha confermato che il progetto sarà esaminato nella massima assise cittadina.