Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

Le luci e qualche ombra di Benedetto XVI raccontate dal monopolitano Muolo nel libro ‘Il Papa del coraggio’

Il vaticanista di ‘Avvenire’ ha ripercorso gli otto anni di pontificato di Ratzinger

 

La presentazione del libro ‘Il Papa del coraggio’, scritto dal vaticanista di ‘Avvenire’, il monopolitano Mimmo Muolo e dedicato a Benedetto XVI, è stata l’occasione per riflettere sugli otto anni del suo pontificato. Muolo lo ha fatto insieme ad altri due suoi colleghi Fabio Zavattaro, vaticanista del Tg1, ed Enzo Quarto di Rai Puglia durante l’iniziativa promossa dal Ctg Egnatia suscitando l’interesse della platea. Il pontificato di Joseph Ratzinger, scrive l’autore, è stato “costellato di difficoltà e connotato da molte luci e anche da qualche ombra”. Il Papa del coraggio, lo ha chiamato Muolo spiegando il perchè: innanzitutto per la sua decisione di rinunciare al pontificato (cosa mai avvenuta in passato) e poi per la tenacia di rimanere al suo posto a fronteggiare una tempesta dopo l’altra, spesso suscitate dai mass media che avevano un preconcetto nei suoi confronti. Ratzinger diceva sempre: “di fronte ai lupi, il vero pastore non fugge”. Secondo Muolo, Benedetto XVI ha fatto veramente questo, e quando poi le acque si sono calmate, quando ha ritenuto che il pericolo immediato non ci fosse più, ha avuto il coraggio di dire “ecco, io non sono più il pastore adatto per proteggere questo ovile: devo passare la mano a un altro”.