Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

Suma e l’esplosione di fogna al Capitolo: l’amministrazione Romani-Campanelli ha dormito per un anno

Il capogruppo consiliare del Pd parla apertamente di fallimento nel settore turistico

 

L’ultimo caso di esplosione dell’impianto fognario nella località turistica del Capitolo di Monopoli (nella foto la spiaggia invasa dai liquami maleodoranti e interdetta ai bagnanti per una settimana in attesa dei risultati delle analisi affidate all’Arpa Puglia) ha dato spunto al capogruppo consiliare del Partito Democratico, Michele Suma di accusare l’amministrazione comunale di centrodestra, guidata dal sindaco Romani, di “fallimento” nel settore turistico e di “incapacità” nel tutelare l’immagine della città. Per Suma “l’amministrazione Romani-Campanelli ha dormito per un anno e oggi ci ritroviamo con un imbarazzante divieto di balneazione a Capitolo, proprio nella zona di libera balneazione, quella frequentata dai monopolitani e dai turisti che non vogliono pagare le spiagge private per godersi il mare”. Secondo il capogruppo del Pd è “infelice e irresponsabile scaricare le colpe sull’Acquedotto Pugliese” perché “l’amministrazione avrebbe dovuto fare appello alla propria autorevolezza, alle proprie energie e ad una efficacia politica che abbiamo registrato in altri tempi, quando occupava gli ospedali” per risolvere il problema della fogna al Capitolo. “Forse – conclude Suma - le pigiamate ospedaliere hanno insegnato loro qualcosa:  dormire bene”.