Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

La comunità parrocchiale del Carmine ha ricordato la tragica scomparsa del diacono Topputi

La celebrazione eucaristica è stata presieduta dal vescovo Favale che lo ha conosciuto nel seminario di Molfetta

 

Nella serata di martedì 19 dicembre la comunità ecclesiale di Monopoli ha ricordato la prematura scomparsa del diacono Pasquale Topputi, avvenuta esattamente 30 anni fa in un incidente stradale. A celebrare la santa messa nella chiesa di Santa Maria del Carmine, gremita di fedeli, è stato il vescovo della diocesi Conversano-Monopoli Giuseppe Favale. Trent’ anni fa questa giornata doveva essere una giornata di festa per il compleanno del fratello Antonio (anch’egli  diacono permanente presso la comunità di Monopoli, n.d.r.) – ha commentato il parroco don Oronzo Negletto all’inizio della cerimonia religiosa – poi, invece arrivò questa tragica notizia della perdita improvvisa di Pasquale. Eravamo tutti attoniti per quella notizia dolorosa. A trent’anni di distanza lo ricordiamo con tanto affetto e stima, sapendo che lui nella liturgia del cielo sicuramente prega per la sua famiglia, per questa comunità e per la nostra chiesa locale. Prega per le vocazioni, perché c’è bisogno come sempre dei ministri del vangelo”. “Io ho personalmente conosciuto Pasquale Topputi al seminario a Molfetta – ha aggiunto il vescovo Favale – lo ricordo perfettamente. Io ero due anni avanti a lui e quindi ho avuto modo di conoscerlo bene. Ricordo anche quando giunse la notizia di questa tragedia che lo sottrasse all’affetto dei suoi cari e della stessa chiesa diocesana in un momento particolare per lui, perché si preparava di lì a qualche mese ad essere prete. Ma il Signore l’ha voluto nel suo regno da diacono, da servo”. Alla fine della celebrazione eucaristica sono stati letti alcuni brani  tratti dal libretto ‘Lo sfogo del Cuore – Raccolta di poesia di Pasquale Topputi’. Edizioni Vivere in.(G.D.)