Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Niente sostegno ai bisognosi: Cgil-Cisl-Uil censurano l’inspiegabile comportamento del sindaco Romani

I sindacati lamentano il mancato rispetto di un protocollo d’intesa siglato nello scorso anno

 

Dura presa di posizione dei segretari di Cgil (Antonio Guccione)-Cisl (Franco Pisicchio)-Uil (Pier Paolo Napoletano) contro il sindaco di Monopoli Emilio Romani e il governo cittadino dopo l’approvazione del bilancio che non ha previsto agevolazioni per le famiglie bisognose. Tutto questo è avvenuto, scrivono in una nota i tre sindacalisti, dopo un incontro avuto con lo stesso sindaco il 25 ottobre scorso durante il quale era stato stipulato un protocollo di intesa per dare sostegno “ai cittadini con redditi più bassi, per la tutela dei soggetti deboli e per il miglioramento della qualità di vita dell’intera popolazione locale”. Un protocollo d’intesa riproposto anche nel successivo incontro dell’8 novembre 2017 in  cui erano specificate le richieste: diminuzione addizionale Irpef e innalzamento della soglia di esenzione, innalzamento della soglia per le fasce di esenzione Isee, stipula di patti anti-evasione, interventi sulla politica dei prezzi, ecc. Richieste disattese e per questo motivo Cgil-Cisl-Uil affermano di essere “delusi per il mancato rispetto degli accordi presi ed esprimono il proprio dissenso verso l’inspiegabile comportamento del sindaco Romani ed auspicano che il Protocollo d’Intesa sul Welfare sia esaminato discusso ed approvato dal consiglio comunale che riceverà il mandato nelle prossime elezioni amministrative”.