Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Da Monopoli parte l’invito a 26 Comuni del barese ad ampliare la rete di distribuzione del gas metano

Tra le priorità più urgenti c’è la scelta del Comune capofila e poi occorrerà bandire una gara d’appalto unica 

 

Nella mattinata di oggi 8 maggio è partita, su impulso del Comune di Monopoli, l’iniziativa di riattivare nuovi investimenti per potenziare e, soprattutto, ampliare le reti di distribuzione del gas metano. A questo problema sono particolarmente interessati i residenti delle quasi cento contrade monopolitane che sono sprovviste del servizio e per ottenerlo non sarà facile perché occorrerà mettere d’accordo ben 26 comuni, tra i quali Monopoli, che fanno parte dell’Ambito territoriale minimo (Atem) Bari 2 Sud e poi adempiere ad una serie di atti amministrativi. Di tutto ciò si è parlato in un seminario svoltosi nella biblioteca Rendella alla presenza, tra gli altri, di Francesca Di Macco, funzionaria del Ministero dello sviluppo economico, dell’assessore Angelo Annese e del dirigente comunale Pietro D’Amico. L’incontro era rivolto soprattutto agli amministratori e dirigenti dei 26 comuni dell’Ambito, ma all’invito hanno aderito solo una decina di Comuni. Tra i compiti più urgenti degli Enti Locali, è stato sottolineato, c’è la scelta di un Comune capofila, che dovrà bandire la gara d’appalto unica per l’affidamento del servizio di distribuzione del gas metano (la stessa procedura seguita, ad esempio, per il servizio rifiuti). Di qui l’invito di Annese, Di Macco e D’Amico a “rimboccarsi le maniche e cominciare a lavorare”.