Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Parità di voti (347) tra Maione e Pinto ma un articolo di legge consente al primo l’ingresso in consiglio comunale

Altri errori riscontrati nelle verifiche dell’Ufficio Elettorale del comune di Monopoli    

Rispetto ai dati iniziali ci sono delle nuove modifiche nel numero di voti attribuiti a due candidati consiglieri della Lista ‘Contento per Monopoli’. Dalla verifica dell’Ufficio Elettorale del Comune di Monopoli è stato accertato che Carlo Maria Maione e Uccio Pinto hanno ottenuto lo stesso numero di voti: 347 (7 in più rispetto ai 340 iniziali per il primo, 9 in più rispetto ai 338 per l’altro). In questo caso di ex aequo, informa lo stesso Ufficio Elettorale, si applica l’articolo 73 comma 12 della legge 267 del 2000 e cioè il posto occupato dai due consiglieri nella Lista (che ha applicato il principio dell’ordine alfabetico). E Maione, appunto, precede Pinto. In conclusione, è il giovane Maione ad entrare in consiglio comunale. Come è noto il terzo seggio alla Lista (che era stata la più suffragata ed aveva il miglior quoziente tra le sei liste del centrosinistra) è stato attribuito dopo la rinuncia del candidato sindaco Nuccio Contento. Nella stessa Lista erano risultati eletti Cecilia Matera e Silvia Contento (figlia di Nuccio). Lo stesso Ufficio Elettorale conferma l'elezione del consigliere comunale Claudio Licci, della Lista di centrosinistra 'Monopoli Civica', che ha preceduto Tony Fanizza di una sola preferenza.