Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Disaccordo tra i partiti di opposizione sulle priorità di riqualificazione dell’area ex cementeria

Manisporche presenta una proposta, le Liste di Contento ne preparano un’altra e il M5S emette un comunicato 

 

C’è stata diversità di vedute tra i partiti di opposizione per definire le priorità della proposta relativa alla riqualificazione dell’area dell’ex cementeria, di cui si tornerà a parlare martedì 31 luglio in Conferenza di servizi presso la Regione Puglia a Bari (è in programma la seconda riunione per l’esame del nuovo progetto della società Solemare, proprietaria dell’area, che è stato riveduto dopo i rilievi mossi da alcuni Enti). La proposta presentata al sindaco Angelo Annese è stata sottoscritta solo da Manisporche, che ha confermato in consiglio comunale Angelo Papio, mentre il Movimento 5 stelle ha solo emesso un comunicato e, notizia dell’ultim’ora, le tre liste civiche del centrosinistra (‘Contento per Monopoli’, ‘Monopoli  Civica’ e ‘Insieme per Monopoli’) soltanto nella giornata di giovedì 26 luglio presenteranno il proprio documento al sindaco Annese. Del Partito Democratico non si sa nulla.

 

I punti ineludibili di Manisporche. Il Movimento di Papio insiste nell’affermare che “in Conferenza di Servizi venga definitivamente precisato in cosa consista il prevalente interesse pubblico, alla base dell’Accordo di programma, a carico di chi ricadano i costi dei vari interventi e a quale titolo”. Inoltre Manisporche sottolinea che “l’asse stradale, prolungamento dell’attuale via Vasco (vicino all’ingresso del porto commerciale), deve rimanere carrabile per esigenze legate all’attuale sistema di mobilità urbana, non superabili in tempi brevi” e che “le ‘piastre’, edifici a un piano ricavati nel salto di quota tra il quartiere ottocentesco e le banchine portuali, devono essere dedicate, almeno nelle aree di cessione al Comune, prevalentemente a un vasto parcheggio interrato nascosto, indispensabile a una rimodulazione e ampliamento delle zone pedonali all’interno dello stesso quartiere ottocentesco”. Infine, secondo Manisporche, “l’area di cessione al Comune (almeno il 50% di quelle private) deve rimanere omogenea e ubicata dalla parte dello specchio d’acqua del porto”.

 

Il M5S vuole il porto turistico. Nel comunicato, il Movimento 5 stelle, pur condividendo in parte alcune questioni poste da Maniporche, pone una serie di domande al sindaco Annese e tra queste c’è la richiesta che lo stesso sindaco dovrà fare alla società Solemare per ottenere in cambio, come opera di pubblica utilità, non “l’ex Gaslini, la casa del custode dell’Italcementi e le due ciminiere” ma “la costruzione, ad esempio, del porto turistico o del mercato ittico coperto o del palazzetto dello sport o di qualcosa di veramente utile per tutti noi contribuenti”.

 

Le liste civiche di Contento: sì al concorso di architettura. Il documento delle tre liste civiche, secondo quanto riferisce Silvia Contento (neo eletta consigliera comunale di ‘Contento per Monopoli’), si baserà essenzialmente sul ‘concorso di architettura’ da indire per pianificare gli spazi liberi e i contenitori che il comune di Monopoli riceverà dall’accordo di programma.