Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cattivo conferimento dei rifiuti: le foto-trappole incastrano 22 persone, che pagheranno multe salate

Ennesimo invito degli amministratori comunali ai cittadini per un corretto smaltimento  

Grazie alle video-foto-trappole, installate in una zona lungo una delle complanari della statale 16,  ventidue persone sono state sanzionate dalla polizia municipale di Monopoli per non aver conferito correttamente i rifiuti in un cassonetto e pagheranno multe che variano fino a 200 euro (ma ci potrebbero anche essere risvolti penali). Inoltre, il 90% delle persone sanzionate è risultato essere residente in zona già servita dal servizio porta a porta, mentre il 10% è risultato essere non residente a Monopoli (spesso sono imprese dei comuni viciniori). Questi i dati salienti illustrati nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il sindaco Angelo Annese, l’assessore alla polizia urbana Aldo Zazzera, il comandante dei vigili Michele Cassano e il dirigente comunale Amedeo D’Onghia. L’attività di controllo ha riguardato la giornata del 9 agosto scorso ed è stata presa come esempio nel tentativo di informare nuovamente i cittadini a conferire correttamente i rifiuti senza abbandonarli in discariche a cielo aperto che recano danno all’ambiente e all’immagine della città. Inciviltà di alcuni cittadini a parte, è stato sottolineato nell’incontro con la stampa, c’è anche da aggiungere il servizio deficitario dell’azienda di raccolta e smaltimento di rifiuti. Un ritornello che i vecchi e nuovi amministratori comunali continuano a ripetere da parecchio tempo senza porre rimedio. In città la raccolta differenziata porta a porta è in vigore soltanto per metà abitato e nelle campagne i centri di raccolta restano una chimera ed i cassonetti esistenti sono sempre più ‘scassati’ e maleodoranti. Anche oggi il sindaco Annese ha ripetuto che si sta lavorando per migliorare la situazione. Cosa potrà succedere non è noto.