Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lotta alle trivelle in mare: il Comitato ‘No Petrolio’ spinge la Regione Puglia a far partire il tavolo inter-istituzionale

Nell’incontro svoltosi a Bari ribadita la volontà di presentare un documento unitario nella Conferenza Stato-Regioni

 

Gli ultimi segnali del governo nazionale di sospendere le prospezioni per le ricerche di idrocarburi nel basso Adriatico sono incoraggianti per il Comitato ‘No Petrolio, Sì Energie Rinnovabili’ di Puglia, ma non basta. Il Comitato, che ha partecipato all’incontro tenutosi a Bari, lunedì 14 gennaio scorso e convocato dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, a cui hanno partecipato autorevoli esponenti delle Regioni Basilicata, Calabria, Marche, Molise e Veneto, auspica in una nota “la necessità di far partire operativamente quanto prima il tavolo inter-istituzionale con Movimenti e Associazioni, promesso sin da marzo 2018 e fino ad ora mai attuato, che permetterebbe alla Regione Puglia di essere apripista e punto centrale della lotta alle trivelle”. L’auspicio è stato ribadito dai rappresentanti del Comitato pugliese nel corso dell’incontro con Emiliano così come è vista con favore “la volontà di presentare un documento unitario in Conferenza Stato – Regioni sul divieto all’utilizzo della tecnica dell’air-gun per le prospezioni e verso la reintroduzione del Piano delle Aree”.  Insomma, le Regioni, con l’ausilio di Associazioni e Movimenti, devono “necessariamente spendersi per restituire centralità alle volontà dei territori sul tema, per evitare di rimanere esclusi da scelte che hanno quasi sempre rilevanti conseguenze in termini economici e ambientali”.