Il caso dell’ulivo di contrada Caramanna: il deputato L’Abbate chiede ad Emiliano di fare chiarezza

L’albero era stato dapprima dichiarato infetto da xjlella, poi è giunta la smentita dall’Osservatorio Fitosanitario  

 

Sulla vicenda dell’albero di ulivo in contrada Caramanna, a Monopoli, dapprima dichiarato infetto dalla xjlella e poi smentito dall’Osservatorio Fitosanitario Regionale, si registra una nota del deputato di Polignano a Mare Giuseppe L’Abbate del Movimento 5 stelle, che chiede un chiarimento ai vertici della Regione Puglia. In particolare, il parlamentare pentastellato chiede al governatore Michele Emiliano di fare chiarezza su ciò che è accaduto. Infatti, sul caso di contrada Caramanna c’è chi afferma che si sia trattato di un errore di laboratorio, chi invece insinua scambi di campioni, chi ancora di un problema di geolocalizzazione della pianta che è stata scambiata con un’altra e, pertanto, ci sarebbe una pianta che è malata su cui non si stanno attuando le procedure previste dall’Unione europea per contenere il batterio. Di qui la richiesta di ottenere una versione ufficiale con l’auspicio di non ripetere errori in futuro. Intanto, il proprietario del terreno su cui insiste l’albero, prima posto sotto sequestro e poi dissequestrato, ha annunciato che chiederà i danni alla Regione.