Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Ztl nel quartiere ex Ina Casa tra Comitati (in disaccordo tra di loro), proteste, multe e suggerimenti

Incontro piuttosto animato dei residenti con l’assessore alla polizia municipale Zazzera  

 

La recente istituzione della Zona a traffico limitato (in via sperimentale fino al prossimo 30 settembre) nel quartiere ex Ina Casa di Monopoli continua a far discutere i cittadini che vi abitano. Il discusso provvedimento, che ha prodotto già una trentina di multe ai trasgressori, ha generato ben tre comitati che la pensano in maniera diversa. Due di essi stanno pure raccogliendo firme per modificare la delibera comunale con la quale è stata istituita la Ztl, ritenuta, nella maggior parte dei casi, inutile in quel contesto urbano. Di tutto questo si è parlato nel pomeriggio di ieri 15 maggio in un incontro (piuttosto animato) al quale ha partecipato l’assessore alla polizia municipale Aldo Zazzera che ha escluso la revoca immediata della Ztl riservandosi, comunque, di voler interpellare il sindaco Angelo Annese per prendere eventuali decisioni. La situazione resta confusa tanto che il Comitato Revolution e la candidata alle elezioni europee Katia Acquaviva del Popolo della Famiglia hanno presentato un’istanza all’amministrazione comunale con la quale suggeriscono alcuni accorgimenti per decongestionare il traffico. Per il centro storico si suggerisce “di restringere il traffico a soli mezzi con capacità di carico non superiori alle 1,5 tonnellate e meglio se non alimentati a gasolio, oltre ad essere limitato (ingresso e transito) a sole poche ore del giorno per permettere il rifornimento delle attività commerciali in zona ma non gravare troppo sulla vivibilità dello stesso”.