Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Arresti domiciliari e obblighi di dimora per i casi di assenteismo all’ospedale di Monopoli: le reazioni

Il sindaco Annese rassicurato per l’assistenza ai malati. Fanizzi (Pdf) chiede l’istituzione della Consulta per la salute  

 

Non si sono fatte attendere le reazioni alla notizia della retata dei carabinieri per i casi di assenteismo all’ospedale San Giacomo di Monopoli.

 

Il sindaco Annese. La prima è quella del sindaco Angelo Annese che, in una nota apparsa sul suo profilo faceebok, parla di una “notizia che non avremmo mai voluto leggere e che fa male all’intera città di Monopoli”. Annese dice di aver parlato telefonicamente con il direttore generale dell’Asl Bari Antonio Sanguedolce che gli ha garantito di aver messo in campo “azioni affinchè sin da subito l’assistenza sia garantita a tutti senza alcun disservizio”. Il sindaco, rassicurato, si augura che la giustizia faccia il suo corso e che “nel caso siano accertate le responsabilità i colpevoli paghino il proprio conto”.

 

Fanizzi del Pdf. Anche il coordinatore cittadino del Popolo della Famiglia, Mirco Fanizzi ha voluto sottolineare l’urgenza di istituire a Monopoli la Consulta della Salute. “Un organo – precisa Fanizzi – composto da rappresentanti di associazioni portatrici di interessi diffusi, di associazioni di volontariato, di tutela dei diritti dei malati nonché da rappresentanti medici dell'Ospedale e da un consigliere con delega alla Sanità”.