Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il caso/L’estate di caro-prezzi e disparità di trattamento tra turisti e cittadini monopolitani

Il commento di un monopolitano residente al nord: di questo passo il turismo a Monopoli non ha vita lunga 

 

E’ opinione quasi generale che durante l’estate di quest’anno a Monopoli molti esercenti di locali pubblici hanno attuato prezzi un tantino esagerati. Il dato più preoccupante è che si sono registrati casi di disparità di trattamento tra turisti, che hanno pagato di più, e cittadini monopolitani. Un caso di disparità di trattamento ha riguardato un monopolitano 66enne ma da quasi 50 anni residente nel nord d’Italia per lavoro. In un bar del centro, lui e la moglie, ormai dallo spiccato accento settentrionale, hanno pagato per due cocktail 10 euro (come si vede dallo scontrino), una cifra ritenuta eccessiva rispetto al prezzo praticato nella città dove risiede. L’uomo non ha battuto ciglio ed ha pagato. Il caso ha voluto che dopo di lui, per una stessa consumazione, sono stati pagati da un monopolitano 8 euro. La circostanza lo ha indispettito ed il giorno dopo l’uomo ha cambiato bar pagando 8 euro per due cocktail. “Di questo passo – è stato il suo amaro commento – il turismo a Monopoli non ha vita lunga”.