Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emissioni odorigene a Monopoli: alcune aziende in difetto sono corse ai ripari, ma resta un problema irrisolto

La nota sui social è dell’agronomo Carbonara, tra i promotori di un esposto presentato alla Procura 

 

Dopo alcuni controlli effettuati dalle autorità preposte in molte aziende della zona industriale di Monopoli alcune di esse “in difetto hanno provveduto in parte a ridurre le cause dei cattivi odori” ma “resta il problema grosso della emissione delle nano particelle da parte di una grande azienda”: le dichiarazioni virgolettate sono dell’agronomo Stefano Carbonara che, in un post sui social, fa il punto della situazione sulla questione dell’aria puzzolente che si respira in alcune ore del giorno nel territorio monopolitano. Carbonara è tra i promotori della raccolta di firme (per l’esattezza 2623) che hanno accompagnato l’esposto, presentato il 31 ottobre scorso alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Bari tramite il Nucleo Ecologico dell’Autorità Costiera di Monopoli. Nell’esposto si chiedeva, tra l’altro, di fare luce sulle cause dei cattivi odori. La sua nota si conclude con un avvertimento: “i cittadini di Monopoli continueranno a vigilare su Regione, Comune, Asl, Arpa ed Enti di controllo”.