Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Ital Green Energy invita cittadini e Comitati ad indicare tecnici di fiducia per avviare un tavolo tecnico di confronto

L’azienda del Gruppo Marseglia denuncia la campagna denigratoria apparsa sui social per le molestie olfattive 

 

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa della Ital Green Energy sulla vicenda delle molestie olfattive a Monopoli.

 

“La Ital Green Energy recentemente sta subendo una vera e propria campagna denigratoria attraverso i social. Un accanimento strumentale che ha alla base una evidente poca conoscenza della realtà e dei suoi impianti. La Ital Green Energy, da sempre, è tra le prime aziende italiane con l’occhio attento al rispetto dell’ambiente e della sua sostenibilità. Applica alla lettera tutte le disposizioni emanate dalla Comunità Europea e dalla legislazione nazionale, regionale e comunale.

 

Produce energia verde da biomasse solide e da biomasse liquide. Monopoli, grazie a Ital Green Energy, è tra i pochissimi Comuni d’Italia che possono vantare il consumo esclusivo di Energia Verde. Senza Ital Green Energy, infatti, Monopoli consumerebbe energia elettrica prodotta da altri impianti alimentati con carbone fossile, che tra l’altro sarà vietato nei prossimi anni. La Ital Green Energy è tra le poche aziende pugliesi che detiene l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) rilasciata dal competente Ministero. Per il mantenimento di tale Autorizzazione sono previsti serrati controlli le cui risultanze sono di pubblico dominio. Tutti i camini sono provvisti di sistemi di monitoraggio emissioni (SME) collegati direttamente con l’ARPA Puglia per il controllo e il monitoraggio della qualità dell’aria in tempo reale. Anche la città di Monopoli si è dotata di n.2 stazioni fisse di monitoraggio in continuo della qualità dell’aria idonee ad analizzare le emissioni sia industriali che da traffico urbano. Nel 2018 sono state realizzate ulteriori innovazioni tecnologiche per l’abbattimento delle emissioni odorigine. Si è realizzato un impianto, unico in Puglia e in Italia, che permette di abbattere gli odori che fuoriescono dall’essiccazione della sansa vergine prodotta dai frantoi oleari. Tali composti odorigeni, pur non essendo pericolosi in quanto contenuti nelle olive, comunque arrecano molestia olfattiva. Inoltre, va precisato, in merito alla voce che a Monopoli sia in aumento il numero di malati di cancro a causa dell’inquinamento industriale, che L’ARES Puglia (agenzia sanitaria della Regione Puglia) non aggiorna da diversi anni le statistiche della Provincia di Bari. Recentemente, però, un giornale locale ha riportato le statistiche sulla numerosità dei malati di cancro in provincia di Bari: Monopoli è inserita al dodicesimo posto dietro a Comuni come Mola di Bari, Giovinazzo, Polignano a Mare, Acquaviva, Alberobello, ecc. Ital Green Energy invita i cittadini, tramite i loro comitati, partiti politici, Enti Locali ed altri organismi di rappresentanza ad indicare loro tecnici di fiducia per l’apertura di un tavolo tecnico nel quale, dati alla mano, presentare osservazioni e suggerimenti, nonché avviare un possibile confronto per trovare eventuali nuovi miglioramenti impiantistici. L’azienda rinnova, inoltre, la disponibilità alle visite degli impianti non solo agli studenti, ma anche ai singoli cittadini che ne faranno richiesta. Nello stesso tempo, si desidera informare la città che Ital Green Energy non è più disposta a ricevere accuse non documentate o verità distorte e che difenderà la reputazione dell’azienda e il buon nome della Città di Monopoli”.