Crollo del costone a Porto Giardino: ecco le decisioni del ‘tavolo tecnico’ tra Enti svoltosi a Bari

Il problema dell’erosione lungo le coste torna d’attualità e presto partirà la richiesta dello stato di calamità  

 

Tavolo tecnico oggi alla Capitaneria di porto a Bari per la vicenda relativa al crollo del costone di Porto Giardino e di parte del ristorante ‘Il Cavaliere’ avvenuto nella notte tra il 5 e 6 febbraio scorsi a causa delle violente mareggiate. E’ stato deciso che l’area verrà bonificata nell’arco di alcune settimane e successivamente verrà messo in sicurezza l’intero costone. All’incontro hanno partecipato Regione Puglia, Prefettura, Agenzia del Demanio, le Capitanerie di Porto di Bari e Monopoli, Autorità di Bacino, Agenzia delle Dogane, Sovrintendenza di Bari e Foggia e concessionario dell’area. Per il Comune di Monopoli erano presenti il sindaco Angelo Annese, il dirigente dei Lavori Pubblici Amedeo D’Onghia, il consigliere comunale delegato all’Urbanistica Stefano Lacatena e il geometra dell’Ufficio Tecnico Comunale Antonio Ritorno. Nei prossimi giorni Annese contatterà gli altri sindaci pugliesi interessati da fenomeni di erosione per condividere la richiesta dello stato di calamità alla Regione Puglia e al governo nazionale. Intanto sono state emanate le ordinanze di interdizione della zona sia nel tratto di mare che sulla terraferma.