Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il sindaco Annese presenta denuncia contro ignoti per l’audio di un whatsapp sul secondo caso di coronavirus in città

La paziente monopolitana è ricoverata al Policlinico di Bari e i familiari più stretti sono in quarantena

 

Il bollettino giornaliero del sindaco di Monopoli Angelo Annese si apre con la situazione della paziente 62enne monopolitana, risultata positiva al coronavirus nella giornata di domenica 22 marzo. La donna è ricoverata al Policlinico di Bari e, dice il sindaco, “sta ricevendo le cure del caso” e i familiari più stretti “sono stati messi in quarantena”. “A loro – aggiunge - non è stato fatto il tampone perché, così come riferitomi, il protocollo ASL non lo prevede”. A proposito di questo secondo caso di infezione, Annese riferisce di aver presentato denuncia contro ignoti per i contenuti di un audio circolato tra i whatsapp (della durata di 2’22”). Contenuti che il sindaco definisce “raccapriccianti” e non veri perché, sottolinea il primo cittadino monopolitano, “la signora non è stata contagiata da nessuna figlia studentessa fuorisede scesa da Milano e nè tantomeno da altri parenti provenienti dal nord”. Chiusa questa vicenda con l’augurio (anche dell’intera città) di una pronta guarigione, Annese accenna al decreto entrato in vigore oggi 23 marzo e relativo alla sospensione delle produzioni in alcuni settori (servizi essenziali esclusi). “Il mio invito strettamente personale a chi può restare aperto ma ritiene di volersi fermare – suggerisce Annese - è di farlo”. Infine, il sindaco ricorda a tutti che dal 23 marzo è vietato uscire dal proprio comune, tranne per ragioni di lavoro, salute e necessità.