Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il grido d’allarme del sindaco Annese: in Puglia ed a Monopoli mancano mascherine e tute, insomma tutto!

Per i meno abbienti il Comune avvierà una nuova iniziativa che coinvolgerà gli esercizi commerciali

Il consuntivo del 25 marzo pubblicato dal sindaco di Monopoli Angelo Annese e postato sul suo profilo facebook comincia con una buona notizia: molti monopolitani (il numero non è stato precisato), tra i quali anche suoi conoscenti, che si sono sottoposti al test del tampone, dopo aver accusato problemi respiratori, hanno ricevuto esito negativo. Poi Annese esamina la difficile situazione economica che questa emergenza sanitaria sta portando alle persone meno abbienti. A tal proposito il sindaco ha ricevuto la disponibilità dei titolari delle strutture commerciali di Monopoli a donare beni di prima necessità per le famiglie bisognose e grazie alla collaborazione della Caritas e dell’Unitalsi si sta organizzando la raccolta e la successiva consegna. In più il Comune ha deciso di istituire un nuovo servizio ‘La spesa sospesa’ sempre in favore dei meno abbienti: nei pressi delle casse di supermercati e negozi di generi alimentari saranno collocati dei carrelli per depositare le donazioni. Tutte le attività commerciali che vorranno aderire e dare la possibilità ai cittadini di effettuare donazioni potranno chiamare il numero 3298406890 e comunicare la loro adesione. L’iniziativa potrebbe estendersi anche a fruttivendoli, farmacie ecc. Il bollettino giornaliero di Annese si conclude con un grido d’allarme: nella Regione Puglia e nell’area metropolitana di Bari, Monopoli compresa, “mancano mascherine e tute”. Insomma “manca tutto”. Il grido d’allarme sarà recepito?