Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La raccolta differenziata raggiunge il 78% ma Manisporche dispensa consigli per il prossimo bando di gara del servizio rifiuti

Il Movimento politico detta un decalogo di direttive al Comune di Monopoli e all’Aro Ba/5 

 

Nel giorno in cui il comune di Monopoli rende noto che la raccolta differenziata in città (agro compreso) ha raggiunto nello scorso mese di aprile il 78%, ecco che il Movimento Manisporche fornisce consigli utili all’amministrazione guidata dal sindaco Angelo Annese nel redigere il prossimo bando di gara dell’Aro Bari/5 (nei comuni di Polignano a Mare, Mola di Bari, Conversano, oltre a Monopoli) per l’affidamento del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Innanzitutto il Comune di Monopoli deve avocare a sé la direzione del servizio e non affidare il compito al dirigente dell’impresa privata. Poi occorrerà fare attenzione all’importo (non fissato a forfait ma determinato da corrispettivi), proprietà del rifiuto (in capo ai singoli Comuni), durata (5 anni), periodicità dei servizi, raccolta porta a porta, all’utilizzazione e realizzazione di isole ecologiche, diffusione del compostaggio, tracciabilità totale del rifiuto, all’utilizzo di sacchi colorati muniti di codice a barre e non pattumelle, a far ricorso a più bandi di gara (uno per ogni frazione di servizio integrato dei rifiuti). Tutto questo, scrive Manisporche nella nota, per consentire in vigenza di contratto tre obiettivi: ridurre il costo del servizio, prevenire  il problema rifiuti producendo meno immondizia e, infine, costituire un centro di ricerca e riprogettazione. Obiettivo ultimo sarà quello di ridurre le tasse che dovranno pagare i nuclei familiari.