Un’ambulanza, due videolaringoscopi, un deumidificatore per ossigeno e dispositivi di protezione: ecco i doni al ‘San Giacomo’

Si tratta di mezzi e strumenti per fronteggiare l’emergenza sanitaria provocata dal Covid-19

 

Un’ambulanza nuova di zecca (nella foto) e poi 200 mascherine FFP2, 100 tute anti-contaminazione, un videolaringoscopio portatile e un videolaringosopio per la rianimazione, più un deumidificatore per ossigeno ad alto flusso: sono i doni che sono arrivati nelle ultime ore all’ospedale San Giacomo di Monopoli. A riceverli sono stati il direttore amministrativo ASL Bari, Gianluca Capochiani, il direttore medico del ‘San Giacomo’, Vincenzo Fortunato e il dottor Francesco Sparviero, direttore facente funzione dell’unità di Anestesia e Rianimazione del nosocomio monopolitano..

 

Il dono di Marseglia. L’ambulanza, chiavi in mano, è stata donata dall’imprenditore Leonardo Marseglia, che è a capo dell’omonimo gruppo di aziende, alcune delle quali hanno sede nella zona industriale di Monopoli. Dotato di tutti i confort e delle attrezzature mediche e tecnologiche, sistemi elettronici a sfioramento, barella spinale, impianto per l’ossigeno, il nuovo mezzo di soccorso sarà utilizzato in questa fase dell’emergenza sanitaria per il trasferimento dei pazienti in ospedali Covid, per poi essere adibito alle ordinarie necessità del presidio ospedaliero.

 

Il dono del Lions. Le 200 mascherine FFP2, 100 tute anti-contaminazione, un videolaringoscopio portatile e un videolaringosopio per la rianimazione sono stati donati dal Lions Club di Monopoli, rappresentato dal past president Giovanni Ostuni.

 

Il dono di Dana Costruzioni. Il deumidificatore per ossigeno ad alto flusso è stato donato dall’impresa di costruzioni Dana, rappresentata da Anna Pierro, in passato consigliera comunale a Monopoli. Soddisfazione per i doni ricevuti è stata espressa dai due dirigenti Asl Capochiani e Fortunato, e dal medico monopolitano Sparviero.