Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Via libera della giunta regionale a due delibere: contributi a disabili e non autosufficienti, poi ad operatori e imprese culturali

La somma erogata ammonta a 48 milioni e mezzo di euro. Presto il bando per poter accedere al sostegno economico

 

Due importanti provvedimenti approvati dalla giunta regionale pugliese: poco più di 17 milioni di euro sono stati destinati ad operatori e imprese culturali di Puglia mentre i residenti in Puglia in condizione di gravissima disabilità o gravissima non autosufficienza potranno ricevere un contributo straordinario di 800 euro mensili per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2020 e il 31 luglio 2020, sino a un massimo di 5.600 euro. Si tratta di due delibere che danno sostegno a persone duramente danneggiate dall’emergenza Covid-19.

 

Contributi a disabili e non autosufficienti. In particolare, le risorse stanziate dalla giunta di 41,5 milioni di euro serviranno a coprire le necessità di una vasta platea di potenziali beneficiari, stimata in circa 7.400 persone, e che comprende sia coloro che, pur avendone i requisiti, non hanno potuto accedere negli scorsi anni alla misura dell’assegno di cura (a causa dell’esaurimento delle risorse), sia ulteriori nuovi soggetti in condizioni di disabilità gravissima.

 

I beneficiari. Il contributo sarà erogato in favore di nuclei familiari in cui vivono disabili gravissimi e anziani in condizione di gravissima non autosufficienza assistiti presso il loro domicilio da un care-giver familiare o da altre figure professionali da cui gli stessi soggetti dipendano in modo vitale; lo potranno richiedere coloro che risiedano in Puglia almeno dal 1° gennaio 2020 e che siano in possesso del requisito della condizione di gravissima non autosufficienza ai sensi del Decreto interministeriale del 26 settembre 2016; coloro che alla data di presentazione della domanda risultano essere beneficiari anche della misura regionale del RED 3.0 ‘Care Giver’, avranno diritto solo alla differenza sull’ammontare totale del beneficio; il contributo straordinario sarà incompatibile con gli incentivi relativi ai ‘Progetti di vita indipendente’ e ai progetti del ‘Dopo di noi’.

Presto il bando per le domande. Le istanze saranno esaminate dalle ASL pugliesi che, accertato il diritto, provvederanno a liquidare direttamente il contributo ai beneficiari in due tranche (la prima per il periodo sino al 30 aprile e la seconda per le ultime tre mensilità). Nei prossimi giorni, con un provvedimento della sezione regionale “Inclusione sociale attiva e Innovazione delle reti sociali”, sarà adottato l’avviso pubblico che specificherà modalità e termini di presentazione delle domande nonché l’eventuale documentazione da allegare.