Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bando servizio raccolta rifiuti: il Pd propone la conferma del ‘porta a porta’, durata del contratto di 5 anni e tariffazione puntuale

Nella proposta inviata al sindaco Annese ci sono anche altre idee, tra le quali l’istituzione di più Centri di raccolta  

Il comune di Monopoli insieme agli altri tre comuni dell’Aro Bari/5 (Polignano a Mare, Mola di Bari e Conversano) è alle prese con la stesura del nuovo progetto di appalto per la raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e l’amministrazione guidata dal sindaco Angelo Annese in più occasioni ha ribadito l’avvio di un percorso di condivisione nel predisporre il capitolato d’appalto. Un invito rivolto essenzialmente ai partiti di opposizione che non si sono lasciati sfuggire l’occasione per fare proposte. Dopo quelle avanzate nei giorni scorsi dal Movimento ‘Manisporche’, rappresentato in consiglio comunale da Angelo Papio, e dalla Lista Civica ‘Insieme per Monopoli’, che ha in Francesco Tamborrino il rappresentante nella massima assise cittadina, ecco quella del Partito Democratico, che ha Feliciano Indiveri come consigliere comunale. La proposta del Pd, giunta dopo un confronto con il dirigente comunale all’ambiente Antonello Antonicelli e inviata al sindaco Annese e allo stesso dirigente, è contenuta in un comunicato stampa di cui diamo un ampio stralcio.

La proposta. Si sostanzia essenzialmente in una durata del contratto di 5 anni, nella conferma del sistema ‘porta a porta’ della raccolta rifiuti, in una tariffazione puntuale della Tari, nell’incentivare il compostaggio domestico specialmente nel territorio extraurbano "che permetterebbe di ridurre in maniera consistente la raccolta di umido che da sola costituisce circa il 40% del complesso dei rifiuti". Considerato quest’ultimo aspetto, il Pd propone “di considerare l’eventualità di avere nei centri di raccolta comunale delle compostiere di comunità capaci di trattare meglio le componenti della frazione umida come ossa o spine di pesce che nelle compostiere familiari sono poco trattabili”. Il Pd suggerisce anche “la possibilità e l’opportunità per il nostro Comune di ospitare un centro di compostaggio al servizio dell’intero A.R.O”. Non mancano nella proposta Forme “di incentivazione/disincentivazione dell’uso di contenitori in plastica”. E per quanto riguarda l’igiene delle numerose stradine ‘bianche’, di cui Monopoli è ricca, occorrerebbe far effettuare “una minima manutenzione” insieme “ad un’opera di diserbamento e pulizia da eventuali rifiuti”. E sempre in tema di pulizia non è da meno prestare attenzione ai bordi stradali delle principali arterie di collegamento con gli altri comuni e ripulirli di rifiuti che mani ignote lasciano tra erbacce ed altro. Infine, il Pd consiglia di istituire più Centri di raccolta, oltre a quello già esistente in viale Aldo Moro (nella foto) ed a quello previsto in contrada Rizzitello.