Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tavolo tecnico ambiente: rammarico di ‘Revolution Monopoli’ per l’esclusione decisa da sette Associazioni e Comitati nella scelta del Gruppo di Coordinamento

Il Comitato, che fa capo a Pilagatti, reclama la presenza tra gli esperti del monopolitano Marchitelli

 

Il 21 maggio scorso sette tra Associazioni, Comitati e Circoli avevano annunciato alla stampa di aver costituito un ‘Gruppo di Coordinamento’, composto da cinque esperti in materia ambientale, che li rappresentasse alla riunione del ‘tavolo tecnico’ comunale in programma nella prima decade di giugno per esaminare la problematica relativa alla perdurante presenza di molestie olfattive a Monopoli. A distanza di 10 giorni quel ‘Gruppo di Coordinamento’ (lo ricordiamo composto da  Giuseppe Deleonibus, Giovanni Melchiorre, Uccio Pinto, Angelo Barnaba e Marco Fiume) non viene riconosciuto dal Comitato Revolution che, in un comunicato, dopo aver sottolineato la costante presenza di propri rappresentanti ai tavoli regionali e consigli comunali e il rammarico per essere stato escluso dalla decisione di costituire il Gruppo dei cinque esperti, reclama la presenza nel Coordinamento del monopolitano Vito Marchitelli, ritenuto un esperto di assoluto valore e soprattutto apprezzato per la sua “trasparenza”. La nota di Revolution si conclude con la speranza che la decisione presa dai sette Comitati, Circoli e Associazioni, possa essere rivista con l’inserimento di Marchitelli.