Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Portavecchia, il campanile della Cattedrale con l’icona della Madonna della Madia in tempo di Covid-19: ecco il quadro che l’artista Napoletano dona al Comune

La consegna al sindaco Annese e all’assessora Perricci nel corso di una cerimonia svoltasi in municipio   

In Italia, città di Monopoli compresa, il 4 maggio scorso ha segnato il passaggio alla cosiddetta ‘fase 2’ dell’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus con una serie di provvedimenti di allentamento delle misure restrittive imposte nel lockdown ferreo dei quasi primi due mesi di pandemia. Una data storica per il popolo italiano e per i monopolitani. Tra questi ultimi, però, proprio il 4 maggio l’artista Stefano Napoletano ha trovato l’ispirazione di comporre un quadro raffigurante uno scorcio di largo Portavecchia, uno dei luoghi caratteristici della città che gli ha dato i natali. Ha visto scene che gli sono rimaste impresse: genitori che portano a passeggio il figlioletto, militari e due auto delle forze dell’ordine e a dominare il tutto il campanile della Cattedrale, con l’icona della protettrice Madonna della Madia collocata alla sua punta estrema. Dall’ispirazione alla conclusione dell’opera pittorica il lasso di tempo è stato breve: poco più di un mese. Nel frattempo Napoletano ha maturato un’altra idea: quella di donarla al Comune di Monopoli. Ed eccoci giunti alla cerimonia di consegna che si è svolta in municipio nella giornata del 15 giugno. A ricevere il quadro c’erano il sindaco Angelo Annese, l’assessore alla Cultura Rosanna Perricci ed il consigliere comunale Piero Barletta. Nel ringraziare l’artista, a tratti anche commosso (come lo erano molti suoi familiari presenti nella sala ‘Brigida-Bozzoli’), il sindaco ha promesso che l’opera sarà collocata in bella evidenza ed a perenne memoria in una delle sale del municipio.