All’ex ospedale di Conversano potenziata la Pneumologia e attivato il primo Centro della ASL Bari per disturbi cognitivi e demenze

Il Presidio Territoriale di Assistenza del Distretto Socio-Sanitario 12, comprendente anche Monopoli, aumenta l’offerta con nuovi servizi

 

L’ex ospedale di Conversano, ora Presidio Territoriale di Assistenza, arricchisce la propria offerta specialistica ambulatoriale con ulteriori servizi destinati a rispondere alla domanda di salute di un vasto bacino d’utenza del Distretto Socio-Sanitario numero 12, comprendente i comuni di Conversano, Monopoli e Polignano a Mare. Attualmente sono 27 le branche specialistiche presenti nell’ex nosocomio conversanese e le due ultime novità riguardano l’istituzione di un ambulatorio a ciclo continuo pneumologico specialistico finalizzato a soddisfare le esigenze assistenziali del Distretto, a cui si aggiunge l’avvio del primo Centro della ASL Bari dedicato alla diagnosi e trattamento dei disturbi cognitivi e demenze. 

 

Ambulatorio Pneumologia. La Direzione della ASL Bari, di concerto con il Direttore del Distretto numero 12, Antonio Milano, ha predisposto un potenziamento dell’attività ambulatoriale per assicurare ai pazienti forme alternative al ricovero ospedaliero, con la realizzazione di adeguati percorsi ambulatoriali in Day Service e programmi di assistenza territoriale in specifici setting assistenziali. E’ il primo step per la creazione della rete ospedale-territorio finalizzata alla presa in carico di pazienti cronici, fragili e complessi. La nuova programmazione è concomitante alla presa in servizio dal prossimo mese di luglio di una nuova specialista, la pneumologa Lucia Rubino, con alle spalle una consolidata esperienza ospedaliera nella gestione diagnostica e terapeutica dei pazienti affetti da patologia respiratoria. L’ambulatorio di Pneumologia è destinato alla cura ed al follow up delle malattie respiratorie croniche (broncopneumopatia cronica ostruttiva, asma bronchiale, insufficienza respiratoria cronica, malattie dell’interstizio polmonare ed ipertensione polmonare). Nella progettualità della direzione del distretto in ambito pneumologico, c’è anche l’intento di mettere in piedi un centro di riferimento per la cura dei disturbi del sonno. 

 

Centro per Disturbi Cognitivi e Demenze. Il PTA di Conversano ospita anche il primo Centro per Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) della ASL Bari. I casi di demenza sono in aumento e le famiglie richiedono risposte sempre più articolate e qualificate. Nel Distretto socio sanitario 12 sono stimati circa 1600 casi, sulla base di una popolazione di 92.866 abitanti, di cui il 22,45% ha più di 65 anni, fascia di età nella quale la demenza ha una prevalenza di circa il 7,8%. Motivo per il quale si è resa necessaria l’attivazione del CDCD, coordinato dal geriatra Francesco Torres. La presa in carico dei pazienti con disturbi cognitivi viene di norma gestita da una équipe multidisciplinare, composta da medici specialisti (geriatra, neurologo, psichiatra), psicologo clinico, assistente sociale, infermiere, terapista della riabilitazione/educatore professionale ed operatore socio-sanitario. Il CDCD assicura un supporto tempestivo ai soggetti inviati dal medico di Medicina generale e dai servizi ospedalieri e territoriali, sia tramite CUP che per accesso diretto alla Porta Unica di Accesso (PUA, per le visite domiciliari e per le situazioni di particolare criticità e/o complessità) e garantisce la continuità assistenziale fino alle fasi avanzate della malattia. Il CDCD collabora con le unità operative ospedaliere per le dimissioni protette e programmate; ha il compito di valutare e monitorare l’andamento della malattia nei pazienti seguiti in programmi di assistenza domiciliare (ADI), residenziale o semiresidenziale, raccordandosi con l’Unità di Valutazione Multidimensionale (UVM) distrettuale e rappresentando un riferimento costante per i medici di medicina generale nell’intero percorso di cura.