Nell’ex Centro Sociale di via Gobetti si realizzerà un Centro di Neuropsichiatria Infantile: via libera della giunta comunale

L’esecutivo ha pure deliberato altri due provvedimenti relativi alla villa comunale e alla tensostruttura sportiva  

La giunta comunale di Monopoli ha approvato nella seduta di oggi 30 giugno tre provvedimenti: gli elaborati del progetto esecutivo di riqualificazione della villa comunale, la variazione di bilancio per il secondo lotto dei lavori di realizzazione della tensostruttura sportiva di via Amleto Pesce e, per ultimo, lo schema di protocollo d’intesa tra il Comune e la Asl di Bari per la realizzazione di un Centro multidisciplinare e polifunzionale per l’infanzia e l’adolescenza da ubicare nei locali del Centro Sociale di via Gobetti.

Centro Neuropsichiatria infantile. La scelta dei locali del Centro Sociale di via Gobetti è avvenuta dopo un’intesa tra la Direzione della Asl di Bari e il sindaco Angelo Annese e l’assessora ai Servizi Sociali, Ilaria Morga, ed in seguito a due sopralluoghi effettuati dai tecnici dell’Asl e del Comune di Monopoli, l’ultimo dei quali il 16 giugno scorso. Per i lavori di adeguamento della struttura, l’Asl sfrutterà il finanziamento della Regione Puglia e, quindi, non ci sarà alcun costo a carico del Comune di Monopoli. E c’è già lo studio di fattibilità della Asl che prevede: una hall d’ingresso, con accesso al piano terra, servizio di accettazione e una sala d’attesa, poi un poliambulatorio funzionale collocato nella palestra e dotato di divisori leggeri, modulabili e vetrati, stanze per medici e personale, uffici, collegamenti orizzontali e verticali adatti per mobilità ridotte e, infine, un giardino sensoriale.