Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bonus spesa ai meno abbienti: quattro consiglieri di minoranza ricordano che a mezzanotte del 6 luglio scade il termine per presentare istanza

Contento, Matera, Maione e Tamborrino accusano sindaco, giunta e centrodestra di essere impreparati nella gestione amministrativa

 

A mezzanotte di oggi 6 luglio scade il termine per presentare istanza di ammissione all’erogazione dei buoni spesa a favore dei monopolitani meno abbienti: lo ricordano in una nota quattro consiglieri comunali di opposizione Silvia Contento, Cecilia Matera, Carlo Maria Maione (lista civica ‘Contento per Monopoli) e Francesco Tampborrino (‘Insieme per Monopoli) che accusano la giunta guidata dal sindaco Angelo Annese di un colpevole ritardo nell’approvazione dell’Avviso pubblico per l’assegnazione dei ‘bonus spesa’ avvenuta solo il 25 giugno scorso dando solo dieci giorni di tempo per presentare l’istanza. Infatti, scrivono i quattro consiglieri comunali, la delibera della giunta regionale con cui sono stati assegnati al comune di Monopoli 137 mila euro risale al 2 aprile scorso. Insomma, sottolineano i quattro ‘oppositori’, “dopo un’attesa di circa 3 mesi, i cittadini sono chiamati a fare in fretta se vogliono sperare di riuscire ad ottenere questo aiuto economico”. “Troviamo vergognoso che siano stati dati ai cittadini monopolitani solo dieci giorni di tempo per presentare istanza – aggiungono - ma ancor di più che i fondi stanziati per far fronte all’emergenza verranno erogati forse a fine luglio: infatti, questa volta, solo a conclusione dell’istruttoria di tutte le istanze verrà adottato il provvedimento gestionale di attribuzione del beneficio”. “Per di più nel bando – viene sottolineato - si fa riferimento alla situazione familiare o personale del mese di maggio, quando cioè molti avevano finalmente ricevuto gli aiuti dallo stato o ripreso a lavorare: questo vuol dire che solo poche famiglie, tra le tante che nei mesi scorsi sono state in grande difficoltà, riusciranno ad ottenere questo aiuto”. Drastico il finale della nota: “il sindaco con la sua giunta e questa maggioranza si dimostrano ancora una volta poco ‘pronti’ e poco preparati”.