Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ultim’ora/Traffico di droga a Monopoli stroncato dalla polizia: eseguite ordinanze di custodia cautelare nei confronti di tre monopolitani

Le indagini sono partite da un caso di overdose e da un’aggressione ai danni di un assuntore di stupefacenti 

 

Gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Monopoli, in collaborazione con i colleghi di Venezia, hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare, una in carcere e due ai domiciliari, nei confronti di tre monopolitani, già noti alle forze dell’ordine, accusati di traffico di sostanze stupefacenti. Due ordinanze sono state notificate a Monopoli, la terza in Veneto. Tutto nasce da un caso di overdose avvenuto lo scorso anno per fortuna rivelatosi non letale e da un’aggressione ai danni di un assuntore di droga. Maggiori particolari saranno forniti nel corso della giornata. 

Aggiornamento. Gli arrestati, di cui non sono state rese note le generalità, sono un 32enne, in carcere a Bari, e due 33enni, sottoposti alla misura degli arresti domiciliari. Si è appreso inoltre che sono otto gli indagati, tra cui una donna, e numerose le contestazioni: nei nove capi d’accusa il magistrato inquirente, con le cinque informative trasmesse dalla polizia giudiziaria in diversi mesi di indagini, ha formalmente indagato gli autori dello spaccio nella cittadina monopolitana per condotte iniziate nell’anno 2017 e reiterate fino ad oggi. Contestata anche l’aggressione ad un assuntore. Un vero e proprio pestaggio con il quale i due spacciatori, senza scrupoli ed arrestati oggi, hanno causato lesioni ad uno dei loro ‘clienti’: dopo averlo prelevato dalla zona della sua abitazione, lo hanno portato in periferia e lo hanno malmenato. I tre arrestati, anche loro assuntori costanti di sostanze stupefacenti, erano autori di furti con destrezza e rapine i cui proventi servivano per assicurarsi il denaro necessario per gli approvvigionamenti di droga.