Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sequestrata discarica a cielo aperto a nord di Monopoli: denunciato rappresentante della Società proprietaria dell’area

L’operazione della Guardia Costiera è partita da un esposto di un’associazione ambientalista monopolitana

 

Dapprima la denuncia di un’associazione ambientalista di Monopoli, poi l’ispezione e conseguente sequestro di un’area  asservita ad un ex deposito mezzi della nettezza urbana, ormai in stato di degrado e abbandono nella zona nord della città. Ad intervenire è stato il personale della Guardia Costiera appartenente al Nucleo Operativo di Polizia Ambientale di Bari. Durante l’ispezione, oltre ad accertare la presenza di rifiuti speciali consistenti in rottami di vecchi bidoni per la raccolta dei rifiuti, visibili dai cittadini poiché adiacenti al parcheggio di un supermercato, i militari hanno accertato la presenza in un’area meno visibile di altri rifiuti speciali anche pericolosi, consistenti in rottami ferrosi vari e plastici, diversi pneumatici di mezzi pesanti fuori uso, televisori, paraurti, vecchi bidoni, una cisterna metallica colma di olio esausto e rifiuti di vario genere. Le indagini svolte hanno permesso di identificare la Società proprietaria dell’area - estesa per circa sette mila metri quadrati, che è stata sottoposta a sequestro penale poiché trasformata, di fatto, in una discarica a cielo aperto. Inoltre, il legale rappresentante della Società resasi responsabile dello scempio ambientale è stato denunciato alla competente Autorità Giudiziaria.