Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bloccata donna monopolitana, affetta da problemi psichici, che rifiuta il Tso e tenta di aggredire medici, vigili urbani e pompieri con coltello e pietra

Dopo circa due ore la signora 60enne è stata trasferita all’ospedale di Putignano per le cure  

 

E’ stato necessario l’intervento del personale del Centro di Salute Mentale e del 118, oltre che dei vigili urbani e dei pompieri di Monopoli per ridurre alla ragione una signora monopolitana di 60 anni, affetta da problemi psichici ed ora trasferita al reparto psichiatrico di Putignano per essere sottoposta al Trattamento Sanitario Obbligatorio, che aveva rifiutato poco prima. E’ successo nel pomeriggio di lunedì 1 marzo e ad allertare tutti è stata una telefonata giunta al Comando della Polizia Locale. La signora, che già in passato era stata sottoposta a cure, si presentava particolarmente irascibile e si è subito barricata all’interno del suo appartamento minacciando dal balcone gli agenti, nel frattempo giunti, e il personale sanitario con pietre e vasi. Grazie ai Vigili del Fuoco è stato possibile aprire la porta forzando la serratura ed entrare in casa insieme agli agenti che si sono trovati di fronte la donna che tentava di aggredirli con un coltello ed una pietra (nella foto). I vigili urbani, dotati degli strumenti di autotutela (bastone distanziatore, spray urticante, giubbotto anti perforazione e guanti anti taglio), hanno evitato il peggio. Dopo circa due ore, si è riusciti a convincere la paziente a prendere i suoi effetti personali e a trasferirla a Putignano.