Monopoli Libera

l'informazione monopolitana

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rapina a due gioiellieri. Uno reagisce e spara con la pistola

Nessun ferito. Il bottino è di 160 mila euro in oggetti d’oro. Le fasi riprese da due impianti di video-sorveglianza

 

Scena da far-west stamani poco dopo le 8,30 in via San Donato, alla periferia di Monopoli. Due gioiellieri Michele Rizzi e Giacomo Salerno sono stati rapinati della valigia piena di monili per un valore di circa 160 mila euro da almeno quattro malviventi che erano giunti sul posto a bordo di una Lancia Thema di color verde targata Matera, probabilmente rubata. Michele Rizzi ha reagito e con la sua pistola, regolarmente detenuta, ha dapprima disarmato uno dei malviventi, che ha lasciato a terra una Beretta 7,65, e poi ha fatto fuoco (i carabinieri hanno recuperato 13 bossoli tutti esplosi dalla pistola del gioielliere) nel tentativo di impedire la rapina. Ma non c’è riuscito; i quattro banditi, pare tutti illesi, hanno preso la valigia dalle mani di Salerno e sono fuggiti a piedi in direzione del centro abitato. Probabilmente ad attenderli c’erano uno o più complici (qualche testimone ha notato, sin dalle prime ore della mattina, una Mercedes nera con a bordo “strane persone”). Le fasi della sparatoria e della successiva fuga sono state riprese da due impianti di video-sorveglianza installati nella zona, i cui filmati sono ora al vaglio degli inquirenti. Secondo il racconto reso da Rizzi pare che solo uno dei malviventi avesse una sorta di mascherina (del tipo di quella usata dai medici) sulla bocca e il naso, mentre gli altri erano a viso scoperto. E chi ha già visionato uno dei filmati ha notato che uno dei malviventi non sembrava troppo giovane e, comunque, pare che indossasse un giubbotto e nel tentativo di fuggire si guardava costantemente le spalle. Gli inquirenti, naturalmente, non si sbilanciano ma sembrano essere sulla buona strada per identificare gli autori della rapina che poteva far registrare un bilancio tragico. I colpi di pistola, infatti, hanno danneggiato un paio di auto in sosta. E per fortuna che sulla traiettoria non si sia trovato qualche ignaro passante.